Dall’esagerazione alla relativizzazione del sintomo

Molte persone vengono nel mio studio professionale perché in seguito a traumi fisici o psichici hanno manifestato sintomi o soffrono di qualche patologia o malattia. Non avendo trovato rimedio o sollievo con un approccio medico ordinario o tramite l’assunzione di farmaci, sono convinti che NeurOptimal® sia una “terapia” alternativa oppure un “trattamento medico” specifico per quel sintomo. Nel rispetto delle loro aspettative e sofferenze, è mio dovere ricalibrarle subito, onde non dar luogo a malintesi che potrebbero anche inficiare il buon esito del training.

NeurOptimal® infatti non è una terapia medica, ma il sistema di Brain Training più perfezionato e più performante al mondo, nulla più e nulla meno. Il fatto di non essere un Medical Device, ma un General Welness, lo mette alla portata di tutti senza alcun pericolo, tanto a livello del professionista che propone le sessioni, tanto a quello del cliente che le riceve. A prescindere dal problema di cui il cliente è il portatore o da quale sia il sintomo che egli manifesta, è tuttavia un’evidenza che, nella stragrande maggioranza dei casi, la persona si senta decisamente meglio dopo aver affrontato un certo numero di sessioni di NeurOptimal®.

La domanda che dunque inevitabilmente si pone è: “Ma allora qual è la differenza tra una terapia o un trattamento medico, e NeurOptimal®, visto che alla fine il risultato ottenuto è simile a quello di una medicina efficace?”. La risposta è semplice: “NeurOptimal® favorisce l’intrinseca capacità del cervello di adattarsi dinamicamente alla variabilità della vita in un modo sempre diverso, abbandonando schemi ripetitivi, disfunzionali, acquisiti in situazioni traumatiche. In parole semplici potenzia la neuro plasticità”. Non esiste dunque un protocollo medico per questo o quell’altro sintomo, ma solo la capacità del cervello di innescare un potente processo di autoregolazione ed autoguarigione, nel modo e con i tempi che gli sono propri. Nessun cervello è uguale a un altro e nessun cervello oggi e uguale allo stesso cervello domani. Quando un cervello ripete degli schemi sempre uguali nel tempo, nascono i problemi e si manifestano i sintomi. NeurOptimal® favorisce il cambiamento, per altro inevitabile.

Nel cervello la ripetizione di schemi disfunzionali è il frutto di un circolo vizioso alimentato dallo stress. Il sintomo, qualunque sia la sua origine, genera stress; lo stress aumenta la percezione del sintomo, che aumenta lo stress e via di questo passo, fino a raggiungere un fenomeno che possiamo chiamare “esagerazione della rappresentazione neurologica del sintomo”. Il cervello focalizzandosi ossessivamente sul sintomo ne accresce la portata, oltre la soglia del reale. NeurOptimal®aiutandolo a gestire e ridurre lo stress, interrompe questo circolo vizioso, permettendogli di disinnescare questo pericoloso meccanismo.

Prendiamo l’esempio degli acufeni o Tinnitus, di cui ormai sono diventato un esperto (in Italia una ricerca scientifica ha validato l’efficacia di NeurOptimal® per migliorare la qualità della vita delle persone che ne soffrono, in modo significativo). Il cervello autoalimenta il sintomo tramite l’esagerazione della rappresentazione neurologica della frequenza percepita nel Tinnitus. Come un microfono posizionato in direzione di un amplificatore produce un fischio assordante perché si produce un loop a feedback positivo in cui i due apparecchi si amplificano l’uno con l’altro fino ad esplodere, così il cervello focalizzandosi sul Tinnitus ne aumenta la percezione.

NeurOptimal®interrompe questo circolo vizioso tramite un meccanismo a feedback negativo, l’interruzione nel flusso continuo della musica, riportando il cervello al momento presente e rendendolo consapevole di ciò che sta facendo. NeurOptimal®rafforza i processi inibitori centrali e rafforza le risorse cognitive generali allo scopo di facilitare la soppressione attenzionale volontaria del Tinnitus. Si passa dall’esagerazione alla relativizzazione del sintomo. Come diceva Karl Pribram nel suo trattato sul cervello olografico, tutto sta nella percezione. La percezione crea la realtà in cui viviamo. NeurOptimal® favorisce il cambiamento della percezione della nostra realtà, qualunque essa sia. In questo modo è la nostra stessa vita ad essere trasformata.

Testo di Francesco Lanza